Garmin Edge 820 - CyclingON

Contattaci
Vai ai contenuti

Garmin Edge 820

GARMIN Edge 820: compagno di viaggio
Pubblicato il 24/10/2017

Quando testiamo per la prima volta un prodotto di un particolare brand, solitamente ci sembra giusto introdurre anche l’azienda che lo produce. In questo caso, pensiamo non sia necessario, dal momento che Garmin, l’azienda americana leader della navigazione satellitare nei settori automotive, sport outdoor, nautica e aviazione, non ha bisogno di presentazioni.
Negli ultimi anni, in particolar modo con la linea Edge, Garmin ha acquisito sempre più quote di mercato nell’ambito dei GPS per ciclismo, sia strada che mountain bike.
Garmin Edge 820
Il modello Edge 820 sta decisamente contribuendo a questa diffusione, data la ricchezza di funzionalità racchiuse in un device piccolo e compatto.
Le novità introdotte con questo dispositivo sono molteplici, tra le quali spicca la funzione Group Track che permette di visualizzare la posizione dei compagni di pedalata direttamente sul display del ciclocomputer, ideale per chi si allena in compagnia, sia con gli amici che con la propria squadra. Edge 820 è in grado di mostrare la posizione georeferenziata di ogni ciclista fino a 50 partecipanti tramite l’applicazione Garmin Connect Mobile, a patto che i componenti del team abbiano effettuato l’associazione tra smartphone e dispositivo ed abbiano accettato l’invito ad essere amici su Garmin Connect.
Garmin Connect
Inoltre, tramite cartografia Garmin Cycle Map, si possono ottenere indicazioni su punti di interesse e vie pedalabili. La navigazione Round-Trip-Routing offre la possibilità di scegliere tra 3 diversi itinerari ad anello, proposti a seguito del semplice inserimento di punto di partenza, arrivo e distanza indicativa che si vuole percorrere.
Abbinato al sensore di potenza Garmin serie vector, Edge 820 permette di avere dati avanzati sulle proprie prestazioni, per essere al passo con le più moderne e sofisticate tecniche di allenamento ed analisi delle performance.
 
Per quanto concerne le funzionalità di navigazione, è possibile sia impostare un percorso direttamente dal dispositivo utilizzando la mappa precaricata o scegliendo i punti di interesse in essa contenuti, ma anche creare il proprio tragitto scaricandolo dal portale Garmin Connect. Il GPS, collegabile anche con il sistema satellitare russo Glonass (nelle impostazioni si può decidere se attivare o meno la ricezione di tale segnale), e l’altimetro integrati assicurano una rilevazione estremamente precisa dei dati di velocità, distanza e altitudine lungo il percorso.
La compatibilità con altri dispositivi, sensori e fasce cardio è possibile grazie al protocollo ANT+, a basso consumo di batteria.
Garmin ha voluto fare un passo avanti anche dal punto di vista della sicurezza, infatti Edge 820 è compatibile con la serie Radar varia, il sistema con luce posteriore integrata per biciclette che segnala al ciclista le vetture in avvicinamento alle proprie spalle. A completamento del sistema varia, Garmin ha creato varia vision, dispositivo in-sight display da applicare direttamente sulla montatura degli occhiali che permette di visualizzare i dati registrati dall’Edge associato, senza distogliere lo sguardo dalla strada.
La funzione Incident Detection rileva in modo automatico un eventuale incidente grazie all’accelerometro, che riconosce la situazione di bici a terra ed invia un SMS contenente la posizione dell’utente ai numeri di emergenza salvati nell’app Garmin Connect. Questa funzione è attiva solo se è attivo il collegamento bluetooth con lo smartphone e con telefono collegato al GPS.
Edge 820 è personalizzabile attraverso la piattaforma online Garmin - Connect IQ, da cui si possono scaricare gratuitamente app, widget e campi dati.
Per chi non vuole rinunciare ad essere reperibile durante le proprie uscite in bici, Edge 820 permette di visualizzare sul display le Smart Notification del proprio smartphone: SMS, notifiche e chiamate in arrivo.
Garmin Edge 820
Il display touchscreen capacitivo è ad alta risoluzione, di dimensione 2,3 pollici (200 x 265 pixel), progettato per assicurare il funzionamento anche in caso di maltempo. Un sensore di luminosità gestisce automaticamente la brillantezza, a seconda delle condizioni di luminosità, mentre la batteria assicura un’autonomia fino a 15 ore, che aumenta fino al 50% attivando la modalità Battery Save, ovvero l’accensione del display “a richiesta”.
L’analisi delle proprie performance dopo le uscite può essere effettuata tramite Garmin Connect, la community online gratuita, tramite pc o dispositivo mobile, che consente di salvare tutti i propri dati.
Il sistema prevede tre tipi di impostazioni: Train (allenamento), Ride (gara) e Indoor, selezionabili dalla schermata principale, e personalizzabili dal punto di vista delle impostazioni e dei dati visualizzati, con la possibilità di aggiungere altri profili per altre discipline o necessità.
La connessione Wi-Fi permette di caricare direttamente i dati sul portale Garmin Connect senza dover passare dalla connessione con lo smartphone o via cavo al computer (sistema operativo Windows o iOS). L’interfaccia è biunivoca, infatti si possono scaricare e caricare su Edge 820 i percorsi memorizzati nel portale o nel dispositivo.
Per chi pedala su bicicletta con gruppo elettronico dei tre principali produttori, Campagnolo, Shimano e Sram, è possibile visualizzare i parametri e i dati del proprio cambio sul display di Edge 820.
Infine, è possibile collegare direttamente il proprio profilo Strava al dispositivo.
La memora interna da 16 Gb non è espandibile.

TEST
La versione in prova è il pacchetto Edge 820, che prevede nella confezione la fascia cardio, il sensore della cadenza, il sensore di velocità e le due tipologie di staffe, standard ed estese per manubrio frontale.
La valutazione primaria di un dispositivo GPS per bici si basa, alla prima impressione, sulla facilità di installazione, di configurazione iniziale e sulla rapidità di collegarsi al segnale satellitare, prima ancora della facilità di utilizzo.
Garmin Edge 820 BundleGarmin Edge 820 Bundle
Il Garmin Edge 820 richiede al massimo 1 minuto per essere posizionato sul manubrio, sia con la staffa anteriore che con il classico sistema a quarto di giro sull’attacco manubrio. Alla prima accensione, il dispositivo propone la procedura di configurazione iniziale, veloce ed intuitiva. Dopo aver installato i sensori di velocità sulla ruota anteriore (possibile anche su quella posteriore) e quello di cadenza sulla pedivella sinistra, siamo pronti per l’uscita.
Garmin Edge 820Garmin sensore cadenzaGarmin sensore velocità
Sensori e fascia toracica vengono rilevati in un batter d’occhio, mentre un po’ più di pazienza richiede l’aggancio del segnale satellitare, i cui tempi di attesa risultano comunque più che accettabili e che diminuiscono già dalla seconda connessione, garantendo sempre una geolocalizzazione affidabile.
 
Uno dei pregi di Edge 820 è senza dubbio rappresentato dalle dimensioni contenute (49x73 mm) che non pregiudicano la visibilità e la fruibilità del display. Il dispositivo ha una linea pulita e sobria, caratterizzata dalla presenza di tre tasti, azionabili per procedere con l’accensione/spegnimento, per avviare la registrazione e per fermare il tempo parziale (ad esempio in caso percorso sviluppato su più giri). Tutto il resto è gestito tramite touch screen.
 Garmin Edge 820
Abbiamo utilizzato Garmin Edge per circa 3 mesi, anche, e soprattutto, durante la Maratona Dles Dolomites, in cui le condizioni climatiche di freddo e pioggerellina nel primo tratto del percorso e sole nel finale hanno costituito un vero e proprio banco di prova per le prestazioni del dispositivo.
La risoluzione del touch screen è ottima: i dati, le tracce e le mappe sono consultabili nelle varie condizioni di luce, grazie alla regolazione automatica dell’illuminazione dello schermo.
La sensibilità del touch screen è regolabile scegliendo tra tre differenti gradi, che garantiscono una risposta pronta ed una buona reattività (quando piove è raccomandata la sensibilità più bassa in quanto le gocce potrebbero far scorrere le schermate in modo indesiderato). Subito dopo l’accensione, la schermata principale viene mostrata in breve tempo e Edge 820 è pronto all’avvio.
Durante il periodo del test è successo una sola volta che il dispositivo si sia dimostrato un po’ lento, in fase di salvataggio dei dati di un’uscita appena terminata.
Non abbiamo sperimentato la reattività del display con guanti invernali, ma con i guanti “lunghi” durante l’utilizzo in mountain bike (in particolare per il test della Specialized Epic HT Pro Carbon 29 World Cup) la risposta è stata la medesima rispetto a quanto ottenuto a “polpastrelli scoperti”. La personalizzazione di Edge 820 è davvero estesa: il display consente la visualizzazione perfino di 10 dati per ogni schermata, mantenendo una buona facilità di lettura.

L’interazione tra dispositivo e smartphone, tramite l’app Garmin Connect Mobile, richiede l’attivazione del bluetooth. Non abbiamo riscontrato nessun tipo di problema o stallo né per quanto riguarda il primo accoppiamento e nemmeno per i successivi, così come avvenuto per i sensori di cadenza, velocità e per la fascia cardio.
Garmin Connect
Attraverso Garmin Connect si possono inserire i propri dati personali: peso, età, zone cardio, zone powermeter, ecc, direttamente da smartphone.
Le mappe Garmin Cycle Map vengono aggiornate periodicamente (dalle due alle tre volte l’anno) quando si collega il dispositivo al computer tramite il portale Garmin Express. Proprio Garmin Express, inoltre, consente di visualizzare il proprio storico su pc, mentre su smartphone tale funzionalità è svolta da Garmin Connect ed, importantissimo, consente di aggiornare il prodotto per la risoluzione di bug e l’aggiunta di nuove funzioni.
CONCLUSIONI
Garmin Edge 820 si distingue innanzitutto per la facilità di utilizzo e per le molteplici funzionalità, anche sofisticate. Le dimensioni compatte ed il display touch screen ad alta risoluzione impreziosiscono ulteriormente il dispositivo.
Chi sta in sella per ore apprezzerà sicuramente l’affidabilità del collegamento al segnale satellitare e la durata della batteria, mentre tutti coloro che opteranno per l’acquisto di questo modello rimarranno pienamente soddisfatti dalla connettività con smartphone e pc e dalle possibilità di personalizzazione ed analisi tramite l’app Garmin Connect/Connect IQ ed il portale Garmin Express. La connessione diretta a Strava, infine, è una gran comodità per i ciclisti più social addicted.
Garmin Connect
Certo, il prezzo non è dei più popolari (399,99 € per la versione base e 499,99 € per il pacchetto con i sensori cadenza, velocità e fascia cardio), ma è comunque allineato ai modelli più evoluti dei vari marchi presenti sul mercato.
Garmin Edge 820 diventerà ben presto un inseparabile e gradito compagno di viaggio.
Scheda Tecnica
Modello: Garmin Edge 820
Display: 2,3  pollici (200 x 265 pixel)
Memoria interna: 16Gb
Peso rilevato: 68g
Prezzo versione Pacchetto: 499,99 € (Edge 820, fascia cardio, sensore cadenza, sensore velocità, staffa standard e staffa estesa, caso USB, laccetto di sicurezza e manuali)
Prezzo Versione base: 399,99 € (Edge 820, staffa standard e staffa estesa, caso USB, laccetto di sicurezza e manuali)
Per informazioni: www.garmin.com/it


Nessun commento
GARMIN Edge 820
Contattaci
Torna ai contenuti