BIANCHI Aria - CyclingON

Contattaci
Vai ai contenuti

BIANCHI Aria

BIANCHI ARIA - Aerodinamica per la velocità
Pubblicato il 08/07/2018
 
Negli ultimi anni le discipline sportive legate all’universo della bicicletta riscontrano sempre più consensi ed il numero dei partecipanti attivi, ovvero i tesserati, è in costante crescita. Il triathlon è senza dubbio uno degli sport che sta riscuotendo maggior successo, e lo si nota dall’aumento di partecipanti alle sempre maggiori gare presenti in calendario.
La FITRI (Federazione Italiana Triathlon) ha saputo diversificare le discipline, introducendo nuove tipologie come Triathlon Sprint e Super Sprint, per aumentare l’accessibilità alle competizioni, non più dedicate soltanto agli irriducibili delle distanze Ironman.
La storica azienda Bianchi ha colto al volo l’opportunità di allargare gli utenti dalla “passione celeste”, aggiungendo alla propria gamma di biciclette da strada un nuovo modello per il 2018, dal nome evocativo, Aria.
BIANCHI Aria
Come facile intuire, l’obiettivo è stato quello di ampliare l’offerta di telai aero, con un nuovo modello contraddistinto da un sistema telaio-forcella estremamente aerodinamico, versatile, ideale dunque anche per competizioni come il triathlon, in cui si ricerca la velocità.
La geometria racing e l’impostazione aggressiva del telaio agevolano la posizione aerodinamica del busto, per ottimizzare le prestazioni su strada. È previsto, inoltre, uno speciale kit di protesi da montare sul manubrio, portando la Aria in configurazione triathlon.
Bianchi, come sempre, non lascia nulla al caso, infatti le forme di questo modello, come è accaduto per i precedenti modelli, sono state progettate e studiate grazie all’utilizzo di software di simulazione fluidodinamica, le cui soluzioni sono state successivamente sperimentate e verificate in galleria del vento.
BIANCHI AriaBIANCHI Aria
La ricerca della velocità è effettuata tramite la riduzione del coefficiente di attrito dinamico, della bicicletta ma anche del ciclista. I tecnici Bianchi hanno perciò mirato all’ottimizzazione di entrambi gli aspetti, in particolare sviluppando l’integrazione tra telaio/forcella, mettendo un po’ in secondo piano il comfort. Ma si sa: privilegiare le performance in qualche modo vuol dire anche estremizzare il posizionamento in sella, che nella Aria è ribassato ed avanzato.
Il sistema complessivo costituito da atleta e bicicletta è stato battezzato “full-aero” dal reparto Ricerca e Sviluppo dell’azienda bergamasca. L’ ottimizzazione di forme e profili delle tubazioni e dei componenti consente di migliorare la penetrazione dinamica nell’aria, con prestazioni di tutto rilievo in termini di reattività, guidabilità e stabilità della bicicletta, come richiesto dagli atleti professionisti con cui Bianchi collabora costantemente in ottica di miglioramento continuo dei propri prodotti.
La pulizia della linea del telaio è garantita anche dal passaggio cavi interno, ed è prevista la piena compatibilità con trasmissioni sia meccaniche che elettroniche.
La forcella aero ed i foderi alti sono di derivazione Aquila CV, ovvero il modello specifico per cronometro di Bianchi.
Tutti componenti di questa Aria sono votati al miglioramento dell’aerodinamica, come il tubo sterzo conico 1.1/8” > 1.4”, il reggisella avente testa arretrata di 20mm, integrale e reversibile come per i modelli Oltre (XR4 e XR3) e la relativa chiusura, entrambi integrati.
La forcella, anch’essa dal design integrato, è full carbon 1.1/8” > 1.4”, rigida e reattiva, dal peso di 370 g. Il telaio, in taglia 55, segna 1.100 g sulla bilancia ed è abbinato ad un movimento centrale dallo standard press fit 86.5 x 41 mm.
BIANCHI AriaBIANCHI Aria
Al passo con i tempi, ma senza scontentare i più scettici o tradizionalisti, Bianchi ha previsto la possibilità di scegliere tra freni a disco e classici caliper.
Le versioni della Aria previste in gamma sono ben 7, che consentono di accontentare tutti i ciclisti, che possono così “giocare” sulla componentistica e di fatto ritagliarsi il prezzo su misura.
L’intervallo del listino va dai 2.490 € per le versioni Campagnolo Centaur Compact 50x34 Vision Team 35 o Shimano 105 Compact 50x34 Vision Team 35 (entrambi con freni caliper) fino al top di gamma montato Campagnolo Potenza 52x36 con freni a disco, con i suoi 3.790 €.
La Bianchi Aria è disponibile in 8 taglie, dalla 44 fino alla 61 (44, 47, 50, 53, 55, 57, 59, 61).
Il progetto è davvero valido, e la cartina tornasole è il successo che Aria ha avuto sul mercato nei primi mesi di commercializzazione. I suoi principali aspetti positivi sono l’aerodinamica e la possibilità di utilizzarla per prove a cronometro e per la frazione in bicicletta delle competizioni triathlon, mentre il punto debole principale è il comfort, non proprio a livello delle biciclette endurance.
Completa le particolarità di questa Aria anche l’ottimo rapporto qualità/prezzo, con l’ampia possibilità di scelta tra le 7 configurazioni proposte da Bianchi.
 
 



Articolo pubblicato a cura dello stesso autore anche per Bicitech

Contattaci
Torna ai contenuti