LOOK 765 Gravel RS - CyclingON

Vai ai contenuti
Pubblicato il 09/08/2020
LOOK 765 Gravel RS – in qualunque senso
Gravel è un termine che fa ormai parte del vocabolario ciclistico italiano (molto meglio della traduzione letterale “ghiaia”), a tal punto da essere entrato nello slang, grazie al successo crescente di questo differente modo di vivere la bici, non solo per l’aspetto biomeccanico ma anche e soprattutto dal punto di vista ideologico.
Le bici gravel nascono…negli Stati Uniti (eh già…), per poter pedalare anche in strade su cui l’asfalto non c’è. L’idea che sta alla base è l’esplorazione, l’avventura anche solo per un giorno se vogliamo…
“Il gravel rappresenta la libertà. La libertà di movimento, la libertà di salire in bici e partire. Dovunque. Rappresenta le anime avventurose che abbiamo avuto ed esistono ancora. Rappresenta la bicicletta di cui ci siamo innamorati per la prima volta”.  (David Meredith)
I telai riprendono le geometrie delle bici da strada, con le necessarie variazioni per poter percorrere tracciati oltre l’asfalto: ecco allora che è possibile adottare coperture tassellate e con sezioni più larghe (generalmente da 35 a 42 mm) per avere più comfort e sicurezza e destreggiarsi su terreni differenti, carri allungati, freni a disco e perfino tecnologie che permettono di smorzare le vibrazioni (attacco manubrio, selle o forcelle ammortizzati).
Nata, forse, come una disciplina di nicchia, il gravel in pochi anni ha avuto il merito di avvicinare molte persone alla bicicletta, grazie proprio all’atmosfera più rilassata rispetto alla bici da strada, ma anche al senso di esplorazione e di compagnia.
LOOK 765 Gravel RS
La LOOK 765 Gravel RS è derivata dalla 765 Optimum, il modello bici da corsa endurance dell’azienda francese, ed è una bicicletta versatile, leggera ma robusta, per chi non si accontenta della strada asfaltata.
RS è l’acronimo di “Racing Sport”, ad evidenziare l’indole di avventura, anche fuoristrada, ma sottolineando il carattere racing tipico di Look.
La Look 765 Gravel RS è il primo modello dedicato ad entrare nella gamma dell’azienda di Nevers, con composizione e orientamento delle fibre specifico e differenziato per ogni zona del telaio, così da trasmettere la potenza in modo efficiente e smorzare gli urti provenienti dai fondi sterrati. L’orientamento estremamente preciso e lo spessore dato dai vari strati di fibre di carbonio permettono di incrementare la rigidità laterale di alcuni tubi di oltre il 30%.
Look ha progettato una formula di layup delle fibre specifica per la 765 Gravel RS, lavorando anche sull’adozione differenziata di diversi tipi di carbonio: 29% HM, 46% IM, 10% HR e 15% di fibra specifica.
LOOK 765 Gravel RSLOOK 765 Gravel RS
L’esperienza e la ricerca Look nella lavorazione del carbonio rendono la 765 Gravel RS una bici versatile, infatti il telaio, sviluppato unicamente per impianto frenante a disco, è omologato UCI per gare di ciclocross, gravel e strada.
I foderi 3D Wave Stays richiamano la sagoma di 2 onde, creando punti di flessione che consentono di aumentare del 15% la flessibilità naturale del carbonio (rispetto ai telai da corsa Look), così da migliorare notevolmente l’assorbimento delle asperità e quindi il comfort globale, senza aggravio di peso.
Inoltre, la particolare sagoma schiacciata dei foderi migliora sia la flessibilità verticale che la rigidità laterale. Questo profilo smorza gli urti anche a velocità sostenuta ed aiuta la ruota a mantenere il contatto al suolo, aumentando la trazione e stabilizzando le traiettorie.
Telaio e forcella, realizzati e montati a mano, pesano rispettivamente 1,2 kg e 390 g.
La tecnologia Direct Drive coinvolge lo sviluppo di tutti i componenti della zona sterzo (forcella, stelo forcella, boccola di sterzo e curva manubrio) per analizzare ed ottimizzare la compatibilità delle rigidità delle varie parti. Ciò permette di trasmettere una sensazione di maggiore sicurezza e di evitare dispersioni, anche per la 765 Gravel RS che ha una geometria endurance.
LOOK 765 Gravel RSLOOK 765 Gravel RS
L’attacco manubrio integrato LDS (Look Design System Stem) in alluminio è rigido e leggero, e si abbina al telaio anche dal punto di vista estetico, assicurando stabilità della bici ed una guida fluida.
La Look 765 Gravel RS viene equipaggiata di serie con pneumatici che vanno da 700x35c a 700x40c, versatili sia per scorrevolezza su strada che per l’effetto ammortizzante fuoristrada. Vengono consigliati in caso si faccia un utilizzo misto della bici, 50% su strada e 50% su altri tracciati. La clearance, ovvero lo spazio tra ruote e telaio, tuttavia, consente di montare anche cerchi e coperture differenti, da strada e perfino da mtb 650B x 2.1. a seconda che si privilegino i percorsi su asfalto o su terreni accidentati.
Il telaio della Look 765 Gravel RS ha 12 inserti portaborraccia per permettere la scelta in base alle proprie preferenze o esigenze di posizionamento.




TEST
Abbiamo messo alla prova la Look 765 Gravel RS anche sul percorso Festival Ride del Valtellina E-bike Festival, la manifestazione dedicata alla e-mtb che si svolgerà a Morbegno (SO) il 19 e 20 settembre 2020 per far scoprire agli appassionati gli scenari della Bassa Valtellina. Il tracciato di 40 km (e circa 1.200 m di dislivello) permette di apprezzare i panorami della Valle fino all’Alto Lago di Como, attraversando borghi storici, vigneti e boschi.
LOOK 765 Gravel RS - VEF
Le nostre origini da stradisti ci spingono a ricercare una bici reattiva che possa raggiungere certe velocità, ma il gravel-pensiero ha il grande pregio di farci vivere la pedalata con meno ansia da prestazione, più rilassati, per godersi il piacere di andare in bici, divertirsi nei tratti sterrati ed apprezzare i panorami.
A volte però il desiderio di una bella accelerata prende il sopravvento ed allora ci piace spararci anche a 40 km/h su un tracciato battuto, osare un po’ in discesa, impostare le traiettorie, divertirci insomma…ed allora la bici deve essere reattiva e pronta ai cambi di ritmo e direzione…e la Look 765 Gravel RS, derivata dalla stradale 765 Optimum ma con variazioni mirate al gravel, permette tutto questo: un carro posteriore più lungo (420 mm, 5 cm in più della 765 Optimum a parità di taglia) per avere maggiore comodità ma anche per poter montare gomme più generose, angolo piantone più rilassato (73°) per migliorare il comfort e la stabilità, stack maggiorato (stack 578 mm e reach 375 mm, in taglia M) per una posizione del busto più eretto, meno aerodinamica e più comoda (soprattutto per la schiena), un dislivello sella manubrio meno accentuato. Infine, un angolo di sterzo più aperto (70,3°) per avere una guida meno nervosa e potersela cavare nelle situazioni più disparate.
LOOK 765 Gravel RSLOOK 765 Gravel RS
Il gruppo Shimano 105 montato su questa 765 Gravel RS ha doppia corona 50-34 e cassetta pignoni 11-34, I freni a disco sono idraulici ed agiscono su rotori da 160 mm di diametro all’anteriore e 140 mm al posteriore. Il nostro gusto personale ci porta ad apprezzare maggiormente la doppia per questa tipologia di bici, in modo che si possa affrontare qualsiasi pendenza sui fondi più disparati, o quasi…
Il cambio si è dimostrato robusto ed affidabile anche sui terreni più accidentati, ed i freni a disco flat mount sono stati decisi anche sui tratti più ostici del percorso Festival Ride, offrendo comunque una modulabilità che ci sia aspetta da allestimenti di fascia più alta.
La forcella full carbon permette all’avantreno di essere leggero e preciso, senza dubbio aiutato dall’accoppiamento con il perno passante da 10 mm, ma offre anche un certo assorbimento delle vibrazioni quando serve.
 
I foderi posteriori 3D Wave si apprezzano, eccome: ci sembra di sentire spesso un lieve effetto-sospensione al posteriore che permette alla bici di scorrere leggera sulle asperità. In aggiunta, questa scelta tecnologica non penalizza assolutamente la trazione e la prontezza del carro posteriore quando si rilancia la velocità.
La filosofia “Direct Drive” che coinvolge l’integrazione di forcella, serie sterzo, manubrio e attacco regala un bell’impatto visivo, di continuità della linea, grazie anche ai cavi integrati nel telaio. Ma si apprezzano certamente di più ancora la rigidità di comando che ne deriva, la stabilità e la precisione che l’avantreno trasmette a tutta la bicicletta.
La posizione di guida è più rialzata e “dominante” rispetto alle bici da corsa, e permette una buona reattività in caso di imprevisti sul fondo mosso, infatti la Look 765 Gravel RS nella configurazione in test si presta molto bene non solo all’utilizzo gravel, ma anche al fuoristradistico leggero. In realtà abbiamo affrontato anche tratti tecnici lungo il percorso Festival Ride del Valtellina E-bike Festival, scendendo a piedi solo in occasione di discese pietrose, decisamente più adatte alla MTB.
LOOK 765 Gravel RS
L’impostazione complessiva è molto vicina a quella “stradistica”, tant'è vero che non si farà fatica a raggiungere i 30 km/h e nemmeno a mantenerli, nonostante la gommatura gravel. In discesa, il feeling e la confidenza che offre l’avantreno portano grande stabilità e controllo, permettendo di raggiungere velocità notevoli (noi abbiamo toccato i 70 Km/h).
Invece, quando la pendenza è decisamente positiva, sopra il 15%, occorre spostarsi in avanti con il baricentro per evitare che l’anteriore si stacchi da terra...
Look 765 Gravel RS, utilizzata nel suo habitat, non stanca eccessivamente, nemmeno su percorsi tosti come lunghezza e dislivelli, indice di un’ottima qualità del telaio a partire dalla scelta delle fibre di carbonio e dai relativi processi di lavorazione.
In presa bassa si mantengono facilmente le mani sulle leve, pronti a qualsiasi evenienza o manovra improvvisa, ma è un assetto che si riesce a mantenere senza troppe costrizioni anche in pianura, quando si vuole forzare l’andatura.
LOOK 765 Gravel RSLOOK 765 Gravel RS
Le ruote Shimano RS 170 in alluminio sono abbinate a pneumatici Pirelli Cinturato gravel M 700x35c, non estremi ma abbastanza tassellati da permettere di avventurarsi sugli sterrati battuti in piena fiducia. Con questa gommatura consigliamo di percorrere asfalto, strade bianche o eventualmente mulattiere o comunque fondi battuti, niente sassi o tratti troppo tecnici.
Il grip in trazione va un po' in crisi solo quando bisogna scavalcare qualche passaggio tecnico oppure nei tratti con fondo sdrucciolevole in cui occorre alzarsi sui pedali.
Il tubo sella ha diametro di 27.2 mm, una misura che viene adottata sempre più frequentemente anche sulle BdC endurance, per smorzare le vibrazioni che giungono ad una zona “delicata” ed aumentare notevolmente la comodità.
La Look 765 Gravel RS è una bici dalle linee e dal carattere moderni, senza soluzioni estreme e forse poco pratiche di precedenti modelli Look, che offre buone prestazioni per gli utilizzi versatili per cui è pensata: avventure quotidiane che siano su strada o al di fuori, nel tempo libero e perfino, perché no, in un utilizzo commuter per andare al lavoro.
La colorazione e la grafica offrono un bel colpo d’occhio, purtroppo però questa livrea e questo allestimento non sono più a catalogo per il 2021.
Per i gravellari duri, quelli che vanno all’avventura seguendo la traccia, occorre montare un attacco/staffa frontale sul manubrio, per avere la migliore visuale dei dati sullo schermo del proprio GPS.


CONCLUSIONI
I ciclisti che provengono dalla bici da strada troveranno nella Look 765 Gravel RS un’amica di cui apprezzare la scorrevolezza che è in grado di trasmettere in pedalata, non solo sul manto stradale, ma anche su strade bianche e sterrati.
I cicloturisti, alla ricerca di una bici che permetta un assetto comodo in termini di geometrie e smorzamento delle vibrazioni, avranno una bici versatile ed affidabile, per affrontare le varie situazioni di viaggio. Le sue possibilità, infatti, sono molteplici, a patto che il viaggio sia breve, perché la 765 Gravel RS non contempla predisposizioni per attacchi parafanghi o portapacchi.
LOOK 765 Gravel RS
A nostro avviso con un secondo set di ruote stradali da montare all’occorrenza si avrebbero, di fatto, 2 bici: una gravel ed una bici da corsa di buon livello montando pneumatici da 25 mm, per fare lunghi giri anche su percorsi d’asfalto.
Per concludere, la Look 765 Gravel RS è il mezzo giusto per far ricredere tutti quelli che…”il gravel non ha senso”…perché la bici ha senso, in qualunque modo la si voglia vivere.
 
+ comfort e scorrevolezza
+ estetica pulita da BdC
- per chi vuole fare un uso anche cicloturistico/viaggio non è molto versatile perché non contempla predisposizioni per attacchi parafanghi o portapacchi.
 

Scheda Tecnica LOOK 765 Gravel RS (allestimento 2019)
Taglia: M 53 (reach 375 stack 578)
Gruppo: Shimano 105 (corone 50-34, cassetta 11-34)
Freni: Shimano Hydraulic flat mount (rotori Ø 160 mm anteriore – 140 mm posteriore)
Attacco manubrio: Look alloy LDS (90 mm)
Manubrio: Look alloy LS2 compact
Ruote: Shimano RS 170
Coperture: Pirelli Cinturato gravel M 700x35c
Reggisella: Look LS2 carbon Ø 27,2 mm
Sella Fi’zi:k Antares
Peso rilevato: 10,3 kg con pedali Look X-Track
 
Info, configurazioni e prezzi per le versioni 2021: www.lookcycle.com/it-it/765-gravel
Valtellina E-bike Festival: www.valtellinaebikefestival.com

Nelle foto potete trovare anche il completo SANTINI Gravel

Gli altri test gravel:
* CANYON Grail AL


Le immagini e i testi possono essere riprodotti solo in parte citandone la fonte e l'autore oppure possono essere stampati solo per utilizzo personale e non a fini di lucro.
La citazione degli articoli e dei testi su altri siti è permessa purché non siano riprodotti totalmente e  sia presente un link che rimandi al testo originale.
Le immagini, tuttavia, possono essere linkate o scaricate per essere caricate su altri siti a patto che se ne rispetti l'integrità senza rimuovere il watermark www.cyclingon.com

Cycling ON è ideato e gestito da Tommaso Maggiolini
Privacy Policy
Torna ai contenuti