Q36.5 Shark Collection maglia R2 Leggera e pantaloncino Gregarius - CyclingON

Vai ai contenuti
Pubblicato il 09/10/2023
Q36.5 Shark Collection: maglia R2 Leggera e pantaloncino Gregarius
Q36.5 è l’italianissima azienda di abbigliamento per il ciclismo che sta velocemente salendo alla ribalta per la qualità e lo stile delle proprie collezioni. Fondata a Bolzano nel 2013 è particolarmente attiva nella ricerca e innovazione di tessuti e capi che massimizzino le performance. Il nome del brand, infatti, è composto da Q come “quaerere” dal latino ‘’ricercare’’, e 36.5, la temperatura °C ideale del corpo umano. L’obiettivo dell’abbigliamento è quello di mantenere stabile la temperatura corporea, anche e soprattutto durante le pedalate, così da garantire le migliori condizioni possibili in termini di salute e comfort in bici.
Come già puntualizzato durante il test dei guanti Q36.5 Unique Gloves, i tessuti che compongono tutte le collezioni di abbigliamento, accessori e scarpe sono sviluppati e prodotti in Italia, ed anche i fornitori esterni sono collocati in un raggio di 350 km dalla sede dell’azienda bolzanina.
Proprio i tessuti sono sviluppati su specifiche di leggerezza, traspirabilità e resistenza, per ottenere il prodotto voluto.
La pulizia estetica caratterizza i capi Q36.5, riducendo così anche la quantità di materiale impiegato e, dunque, il peso.
Dal 2023 Q36.5 è sponsor e fornitore di abbigliamento tecnico degli atleti professionisti del Q36.5 Pro Cycling Team con licenza UCI Pro Team.
Sempre da gennaio di quest’anno, Vincenzo Nibali è ambassador del marchio e consulente tecnico proprio della squadra.
In catalogo è presente la collezione sviluppata in collaborazione proprio con lo Squalo di Messina, che ha personalmente scelto alcuni capi, personalizzati con un design grafico unico per comporre la capsule collection.
Q36.5 Shark Collection
Il nostro test si concentra appunto sul kit composto dalla maglia R2 Leggera Nibali Shark e dalla salopette Gregarius Nibali Shark, entrambe realizzate con filati riciclati e senza l’utilizzo di PFC, a confermare l’impegno dell’azienda verso l’eco-sostenibilità.
Ci sentiamo di consigliare a tutti una valutazione periodica del proprio abbigliamento, la cui importanza è spesso sottovalutata. La riflessione è valida sia che siate ciclisti esperti o neofiti, perché un completo che calza a pennello ha l’ovvio vantaggio di aumentare il comfort, ma anche le prestazioni e il divertimento in sella alla bicicletta.




R2 Leggera Nibali Shark – la maglia
La maglia R2 Leggera Nibali Shark è specifica per le uscite con temperature elevate, infatti si caratterizza per la costruzione leggera che permette una dissipazione migliore del sudore rispetto alla maglia R2 di cui è l’evoluzione.
Questa versione racchiude le maggiori innovazioni tecnologiche di Q36.5: dai tessuti proprietari sviluppati e brevettati dall’azienda alla mappatura del corpo (body mapping) grazie alla quale la costruzione della maglia viene differenziata per le diverse zone di calore del ciclista. Il design è ergogenico, ovvero contribuisce a migliorarne le performance dell’atleta. In sostanza, non ci sono elementi che possono costituire impedimenti fisiologici che penalizzino la prestazione.
Q36.5 Shark Collection
La grafica è evidentemente ispirata allo “Squalo”, con un taglio ergonomico che copia le forme del ciclista per garantire la massima efficienza aerodinamica. Siamo portati erroneamente a considerare che la ricerca di una miglior penetrazione dell’aria sia appannaggio solo dei professionisti o di chi pedala a velocità elevate. In realtà, fa davvero la differenza anche a velocità minori e, soprattutto durante uscite lunghe, si può notare che i guadagni aerodinamici consentono una sensibile riduzione dei propri tempi.
Come accennato nel nostro approfondimento “L'aerodinamica in bicicletta” in collaborazione con Politecnico di Milano Wind Tunnel (GVPM), quando siamo in sella alla nostra bici, il nostro corpo è responsabile del 75% - 80% della resistenza aerodinamica complessiva. L’abbigliamento gioca un ruolo primario perché ingombro e aderenza impattano direttamente sull'area frontale che viene investita dall’aria.
I tessuti della R2 Leggera Nibali Shark sono composti da 60% poliammide, 20% elastan, 16% poliestere e 4% polietilene/Dyneema.
Q36.5 Shark Collection
Andando nello specifico dei vari pannelli si nota subito come la zona frontale sia realizzata in materiale microforato, per garantire leggerezza e traspirabilità.
Nella zona della schiena, dalle spalle fino alle tasche, il tessuto è a nido d’ape. Questa soluzione permette una vestibilità aderente e favorisce l’effetto push-pull per una termoregolazione ottimale. La struttura tridimensionale, infatti, accentua la ventilazione e facilita il trasferimento del sudore e dell’umidità verso lo strato esterno del tessuto e la successiva evacuazione.
Il Dyneema è un tessuto molto pregiato e resistente in cui è tessuta una fibra di polietilene, aumenta la durabilità e favorisce la termoregolazione grazie alle proprietà conduttive.
Le maniche di una maglia da gara sono più lunghe e hanno un taglio specifico rispetto ai capi tradizionali, per adattarsi a posizione più aggressive durante l’azione. La R2 Leggera Nibali Shark, infatti, ha le maniche che si protraggono lungo tutto il bicipite, arrivando a circa 3 cm dalla fossa cubitale (la piega del braccio).
Sono affusolate e strette nella zona inferiore, ma si allargano gradualmente verso le spalle, per aderire meglio ai bicipiti e ai tricipiti. La vestibilità in corrispondenza di braccia e spalle è studiata in modo da evitare che il tessuto si arricci, scongiurando il fastidioso effetto sfarfallio.
Per quanto riguarda la realizzazione, il tessuto a costine aerodinamico delle maniche è leggero e a taglio vivo, per ridurre la resistenza all’aria ed essere piacevolmente delicato sulla pelle.
Q36.5 Shark CollectionQ36.5 Shark Collection
Il collo è di tipo bomber come da moda recente, che da un lato accentua il carattere racing della maglia e dall’altro migliora la ventilazione nella zona del collo. La forma a “V” non risulta molto accentuata.
Le tre tasche posteriori sono in rete leggera, così da evitare il doppio strato di tessuto e aumentare la traspirabilità nella zona lombare. La capienza ci è sembrata nella norma, la rete si espande quando riponiamo i nostri oggetti e aderisce sulla parte bassa della schiena quando non viene utilizzata. A pieno carico, questa soluzione lascia le tasche leggermente più lasche rispetto alla soluzione classica in tessuto.
Q36.5 Shark CollectionQ36.5 Shark Collection
Nella parte bassa non ci sono inserti grippanti che possono creare un accumulo di sudore, ma è presente una banda elastica in morbido tessuto che permette alla maglia di adattarsi alle forme del corpo. Questa soluzione ci è sembrata efficace per mantenere la R2 Leggera Nibali Shark nella posizione voluta durante la pedalata.
Nel complesso abbiamo apprezzato i tessuti morbidi che garantiscono l’ergonomia e il fitting preciso senza farci sentire strizzati. La leggerezza e la costruzione della maglia permettono di espellere il sudore. Non c’è l’effetto umido impregnato sulla pelle che abbiamo sperimentato tutti indossando capi di livello inferiore, affrontando tratti in discesa dopo aver sudato in salita. Come descritto, la R2 Leggera Nibali Shark è delicata addosso, ma anche sulla bilancia. Infatti, il peso rilevato da noi per la taglia M è di 105 g (dichiarati dall’azienda 112 g).
Il prezzo di listino è di 130 euro e la maglia R2 Leggera Nibali Shark è disponibile in 7 taglie da XXS a XXL.
Q36.5 Shark Collection




Bib Shorts Gregarius Nibali Shark – i pantaloncini
I pantaloncini Gregarius Nibali Shark sono disegnati appositamente per essere abbinati alla maglia R2 Leggera Nibali Shark. Come richiamato nel nome, derivano direttamente da uno dei modelli di punta di Q36.5, la salopette Gregarius, e sono realizzati in Italia utilizzando tessuti riciclati al 100%.
Come la maglia R2 Leggera Nibali Shark, anche i Gregarius Nibali Shark vedono l’impiego di tessuti all’avanguardia in termini di proprietà conduttive, per garantire la termoregolazione ottimale.
Questo modello è particolare già a partire dalla confezione, che si apre come i petali di un fiore e contiene i pantaloncini arrotolati.
Q36.5 Shark Collection
Tutti noi abbiamo esperienza diretta di quanto questo capo sia un componente essenziale per il buon esito delle nostre uscite in bici. I tecnici di Q36.5 lo sanno bene, e si concentrano sui punti di contatto tra ciclista e bicicletta per massimizzare le prestazioni, il comfort e, quindi, il piacere di pedalare. Questa attenzione era già emersa ed apprezzata da noi durante il precedente test dei guanti Q36.5 Unique Gloves.
Il fit dei Gregarius Nibali Shark è preformato, ovvero tagliato al laser per assecondare il più possibile i movimenti del corpo durante l’azione e per garantire una vestibilità aderente ed ergonomica. Le cuciture sono ridotte al minimo e l’innovativo sistema di Q36.5 elimina quella centrale nel pannello soprasella, spesso responsabile di fastidiose pressioni e disagi mentre pedaliamo.
Q36.5 Shark Collection
Nella zona di contatto tra sella e pantaloncino è ricavato un disegno nel tessuto modellato per assecondare l’adattamento alle varie tipologie di sedute. Inoltre, proprio questo tessuto è ruvido, per offrire il grip necessario a limitare gli spostamenti, diminuendo gli sfregamenti e il conseguente aumento della temperatura.
Il fondello realizzato da Elastic Interface per Q36.5 ha una nuova costruzione tridimensionale Super Moulded Anatomic, che copia l'anatomia del corpo umano per essere flessibile e confortevole durante la pedalata. L'imbottitura è realizzata tramite una speciale tecnica di stampaggio che consente densità e spessori differenziati, risultati adeguati sia in presa bassa sul manubrio che in posizione più eretta. I Gregarius Nibali Shark sono rimasti ben saldi durante il nostro test e non abbiamo risentito di alcun tipo di escoriazione e fastidio in una zona molto sensibile, il cui discomfort compromette facilmente le nostre uscite in bici. Anche con temperature elevate e durante lo sforzo prolungato seduti sulla sella il fondello non si è mosso e non ha evidenziato surriscaldamenti indesiderati, trasmettendo anzi un feeling ottimale.
Q36.5 Shark CollectionQ36.5 Shark Collection
Il pannello per il supporto lombare, nella parte bassa della schiena, è composto da un tessuto arricchito con filo d’argento che ha maggiore densità rispetto alle altre zone della salopette. La costruzione a coste contribuisce ad una maggiore consistenza nella struttura del tessuto. Questo effetto compressivo crea una zona di supporto lombare e della muscolatura dei glutei, che migliora la stabilità e l’equilibrio durante l’azione della pedalata.
Le bretelle sono leggere e larghe sul torace al quale aderiscono molto bene, non le abbiamo sentite invasive durante le nostre uscite e non si sono mai arrotolate. Nella zona posteriore sono unite ai pantaloncini tramite un’ampia superficie a rete che aumenta la traspirazione in un’area coperta dal doppio spessore di tessuto della maglia e dei bib shorts.
Nella zona addominale la salopette è abbastanza alta e contenitiva, grazie ad una fascia realizzata in tessuto elastico con bordo tagliato a vivo.
Q36.5 Shark CollectionQ36.5 Shark Collection
Abbiamo apprezzato la piacevole sensazione di lieve compressione sulle cosce. Il fondo gamba ha una fascia abbondante di circa 7 cm in materiale poroso progettato da Q36.5 che garantisce stabilità. Anche per i Gregarius Nibali Shark, come per la maglia R2 Leggera, non ci sono inserti siliconici che possono surriscaldare la zona a contatto con la pelle, pregiudicando il comfort.
I pantaloncini Gregarius Nibali Shark sono composti da 60% poliammide, 28% elastan, 10% poliestere e come sottolineato 2% argento. Il peso rilevato da noi per la taglia M è di 184 g (dichiarati dall’azienda 175 g).
Il prezzo di listino è di 200 euro e le taglie disponibili sono 7, da XXS a XXL.
Q36.5 Shark Collection


CONCLUSIONI
Abbiamo provato il completo formato da maglia R2 Leggera e salopette Gragarius della collezione Nibali Shark nel corso dei caldi mesi di agosto e settembre, in cui abbiamo incontrato temperature fino a 36°C. Con questo clima capi tecnici di qualità fanno la differenza, soprattutto se indossati per uscite di oltre 6 ore e con diversi tipi di bici (strada, gravel, mtb), come nell’arco del nostro test. Vero, il prezzo di 330 euro complessivi per i due capi non è certo trascurabile, ma troppo spesso ci facciamo rovinare il tempo trascorso in sella perché sottovalutiamo l’importanza di un abbigliamento come si deve, soprattutto per quanto riguarda i pantaloncini.
Dopo tutto, non c'è nessun'altra parte dell'attrezzatura da ciclismo che si trova direttamente a contatto con la pelle.
 
La vestibilità R2 Leggera Nibali Shark è aderente, con una sensazione avvolgente senza effetto “sotto vuoto”, e ne abbiamo apprezzato la traspirabilità e il feeling di leggerezza che va al di là del semplice dato sulla bilancia.
I pantaloncini Gregarius Nibali Shark sono una garanzia di comfort e funzionalità. Da sottolineare il lieve effetto compressivo che sostiene la muscolatura e rende la salopette piacevole da indossare. Non abbiamo notato alcun accenno di fastidi, sfregamenti o intralci durante l’azione. Sono senza dubbio prodotti di alto livello che fanno dimenticare le problematiche connesse all’abbigliamento e ci permettono di concentrarci solo sulla bellezza ed il divertimento di andare in bici.
 
Un’ultima precisazione doverosa riguarda la durata. Seguendo i consigli di Q36.5 in fatto di lavaggio, da effettuarsi in lavatrice a 30° oppure a mano, vestibilità e colori dei capi capsule collection firmata da Vicenzo Nibali sono rimasti intatti, anche dopo una decina di lavaggi.
Gli accessori della collezione Nibali Shark che completano l’outfit sono i guanti estivi Unique, le calze Ultra ed il cappellino, il tutto ovviamente coordinato per stile e grafica.
 
 

Credit photo in action – Gianluca Muratore
 
 

Nelle foto:
* bici SPECIALIZED Aethos Pro
* casco Specialized Prevail 3


Il precedente test Q36.5:
guanti Q36.5 Unique Gloves

Q36.5 Shark Collection Q36.5 Shark Collection Q36.5 Shark Collection Q36.5 Shark Collection Q36.5 Shark Collection Q36.5 Shark Collection Q36.5 Shark Collection Q36.5 Shark Collection Q36.5 Shark Collection Q36.5 Shark Collection Q36.5 Shark Collection Q36.5 Shark Collection

Le immagini e i testi possono essere riprodotti solo in parte citandone la fonte e l'autore oppure possono essere stampati solo per utilizzo personale e non a fini di lucro.
La citazione degli articoli e dei testi su altri siti è permessa purché non siano riprodotti totalmente e  sia presente un link che rimandi al testo originale.
Le immagini, tuttavia, possono essere linkate o scaricate per essere caricate su altri siti a patto che se ne rispetti l'integrità senza rimuovere il watermark www.cyclingon.com

Cycling ON è ideato e gestito da Tommaso Maggiolini
Privacy Policy
Torna ai contenuti